fbpx

Il gilet: che classe

Amo i gilet, li indosso quotidianamente apprezzandone stile e comodità ma vedo in giro parecchi scempi sul tema ed ecco perchè sento il bisogno di scrivere qualcosa al riguardo.

Se da un lato per alcuni il gilet è sorpassato, per altri viene usato sopra orrendi maglioni girocollo o con pantaloni a vita bassa, svilendo la grande capacità di questo capo di abbigliamento di elevare ad aristocraticità un semplice abito a due pezzi .

Breve excursus storico

Dalla fine del Settecento, il gilet si è fatto corto fin sotto la vita e ha acquistato un dorso di fodera. Doppiato o intero, sia al gilet formale, che a quello informale sono state apportate delle modifiche nel taglio, nell’ abbottonatura, nella scollatura e nei tessuti.

A quadri o a tinta unita; in seta, lana o lino irlandese, possiamo definire il gilet come senza tempo.

Nei primi del 900 si contraddistinguono per i piccoli revers a scialle e per avere l’abbottonatura molto alta, fino a otto bottoni nel monopetto, negli anni 20 e 30, i revers si allargano leggermente e cominciano ad essere obbligatori negli eventi dove si richiede l’abito scuro da sera.

Oggi il gilet è un capo sempre ben accolto, in qualsiasi circostanza, sia esso negli abiti formali come il frac, il tight e lo smoking che negli abiti a tre o due pezzi ( in questo secondo caso bisogna porre ben attenzione alla scelta del tessuto ).

I modelli di gilet

Ogni gilet avrà un’abbottonatura più o meno alta, a secondo dell’uso e del luogo. La versione più classica e conosciuta è quella a un petto con sei bottoni. Il doppiopetto può arrivare a ospitare fino a dieci bottoni. Il fondo può spaziare sotto diverse angolazioni di taglio, a punte acute o ottuse, dritto o arrotondato.

Le tasche basse sono piccole e destinate a funzioni dal gusto retrò e di grande fascino.

Oltre al classico orologio da taschino, oggi si indossano spesso delle meravigliose catenelle sia in argento che intrecciate in pelle e pietre semipreziose.

Se ami sentirti in ineguagliabile compostezza e completezza non posso che consigliartelo.

Nella mia sartoria ne realizzo di veramente incredibili recuperando tessuti vintage presenti nel mio archivio per la realizzazione del capo unico o per creare degli incredibili effetti patchwork tra gessati follati e lane unite.